Ristoranti

La cucina creativa di Lorenzo Cogo e i vini Montelvini

La cucina creativa di Lorenzo Cogo de El Coq a Marano Vicentino si abbina ai vini Montelvini di Armando Serena.
Ospiti d’eccezione a Milano: incontro gourmet tra il giovane Lorenzo Cogo de El Coq a Marano Vicentino e i vini veneti di Montelvini del patron Armando Serena. Da una parte la fresca fantasia di un giovane cuoco veneto che ha girato il mondo, ha assorbito tecniche e padronanza degli ingredienti; dall'altra una famiglia "eretica" che, nello spirito del patriarca Armando Serena, ha abbandonato l'azienda storica e genetica Montelvini per iniziare un'avventura autonoma, insieme ai figli Sarah e Alberto. Ma procediamo con gustoso ordine, raccontando gli abbinamenti tra la cucina creativa di Lorenzo Cogo e i vini Montelvini... Abbinamenti col Prosecco Superiore e una cucina creativa che si focalizza nella tradizione vicentina ma si apre alle contaminazioni del mondo culinario. La civetta Montelvini incontra El Coq di Lorenzo Cogo. Inizia la festa organolettica, col tempura, l’Acquario affumicato e il burro d’alpeggio in degustazione, in frizzante compagnia del Millesimato 2011. I Ravioli d’alga e gamberi rossi di Sardegna si fondono in modo iodato al Prosecco Superiore Asolo DOCG extra dry, elargendo sensazioni umide, bolliciose e bizzarramente ittiche. L’Uovo alla Coq è un inno di cucina creativa alla Vicenza contadina, alle creste di gallo che imperversavano quando la povertà induceva a nutrirsi di tutte le parti del gallo. Il Rosso Veneto Igt El Zuiter sorprende e ammalia coi suoi frutti maturi e la nota vanigliata che riscalda il cuore. Lo stesso accade al mio debole cuore quando degusto i Tortelli di txistorra e caprino fresco: è un viaggio dantesco nell’inferno affumicato della salsiccia basca e il paradisiaco caprino delle valli venete. Delicata potenza, chiassosa eleganza. Il Piccione, foie gras e caffè ribalta la tristezza in gaudente felicità, come un bambino che piange e si trova all’improvviso in mezzo a un parco giochi ricolmo di attrazioni goderecce. Ecco, soseggiando sempre El Zuiter, mi sono sentito un bimbo al parco giochi (culinari). E infine il colorato e profumato dolce: Fragola e violetta col Tittibello Spumante Aromatico dolce. La mia coscienza è stata lavata e mondata, ho incominciato ad abbracciare tutti, da Lorenzo Cogo per la sua fantastica cucina creativa alla famiglia Serena in toto, per la loro voglia di trasmettere profumi e sapori d’eccellenza enologica dal sempre interessante Veneto. Chapeau a Lorenzo Cogo e Armando Serena, siete una bella coppia! Foto di Guido Rizzuti

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy