Luoghi e Itinerari

Itinerari enogastronomici: i ristoranti a Borgomanero

Itinerari enogastronomici: i ristoranti a Borgomanero. Il reportage delle nostra inviata Elena Barassi, tra degustazione vini, gorgonzola e il Tapulone.
Itinerari enogastronomici: i ristoranti a Borgomanero. Il reportage delle nostra inviata Elena Barassi, tra il Boca DOC del Podere ai Valloni, il gorgonzola e il Tapulone di carne d’asino. Un racconto enogastronomico veramente gustoso, che ripercorre le orme della cucina tradizionale, i sapori originari del territorio e una piccola chicca artistica. Legerre per accrescere l'acquolina in bocca! Il piatto principe della gastronomia borgomanerese è indubbiamente il Tapulone di carne d’asino, che la tradizione popolare ricollega alla vicenda dei 13 pellegrini della Bassa da cui sarebbe stato fondato il borgo, i quali, per vincere la fame, sacrificarono l'asino che conduceva il loro carretto. Vale la sosta, per degustare questo prelibatezza, la Trattoria del Ciclista, (Trattoria del Ciclista Via Rosmini 34, Borgomanero 28021, tel. 0322-81649) che lo prepara secondo una propria ricetta a base di carne equina tritata, cipolla, vino rosso e lardo. In questa terra ricca di verdi pianure e acque a ridosso delle Alpi piemontesi e lombarde non può certo mancare una tappa presso la maison Palzola. Qui è il trionfo del re dei formaggi erborinati, o meglio del  “Sciur dei Gorgonzola” come lo chiamano i Legnanesi, testimonial  del caseificio. Dolce e piccante sono arricchiti anche da una varietà, il Palfuoco, diavolo tentatore arricchito di peperoncino e dal Gorgonzola-mascarpone, cremoso, dolce e delicato. Ma l’acquolina viene anche per la Paltoma del Piano Rosa, una consistenza dolcemente elastica, per un sapore deciso ed appetitoso. Industria Casearia Paltrinieri Renato srl Regione Stoccada - Cavallirio (NO) Tel. +39.0163.80940, www.palzola.it). Da Cavallirio, si procede in quel di Boca, tra la Valsesia e il lago d’Orta, davanti il lago, dietro le Alpi Pennine. Nel cuore del parco naturale Monte Fenere, si produce uno dei vini rossi fermi più gradevoli sebbene non particolarmente conosciuto di tutta la regione piemontese. Il microclima, ventilato per le correnti fresche, favorisce la maturazione delle uve che fino alla fine di ottobre si arricchiscono di colori, profumi e sapori. Il Boca DOC del Podere ai Valloni, nelle cui vene scorre Nebbiolo, si abbina a piatti ben strutturati, come i risotti alla toma della valsesia, brasati e selvaggina ma anche ai tipici salumi novaresi, salame della duja (sotto strutto) e fidighina  (mortadella di fegato) e ai formaggi, come le tome valsesiane e il classico gorgonzola. Le annate più vecchie si armonizzano e si esaltano in abbinamento con cioccolati artigianali della tradizione piemontese, ad alte percentuali di cacao. Podere ai Valloni via della Traversagna 1 Boca (NO), www.podereaivalloni.it.   E si chiude in bellezza, dal profano al sacro, con la tappa al Santuario del SS Crocifisso di Boca. Meta di pellegrini provenienti da tutta Europa, la maestosa opera dell’Antonelli sorge a metà strada tra Boca e Grignasco, in mezzo a boschi ombrosi. Itinerari enogastronomici: i ristoranti a Borgomanero, secondo la giornalista Elena Barassi.
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy