Appuntamenti

Il vino e il pranzo possibile

I libri e il vino. Le bambine e il Pranzo. La piazza e il Borgo. La bocca, la testa e il cuore. Organi in moto per “Il libro possibile”, il festival dedicato alla lettura di Polignano a mare che si fa uno e trino aprendo la scena all’intelligenza alimentare.
Nelle serate del 22, 23, 24 luglio il palco allestito in Piazza dell’Orologio ospiterà gli autori della libreria enogastronomica italiana e internazionale: chef, maître à penser, sacerdoti e sacerdotesse del gastro-pensiero oltre che romanzieri attori e cineasti chiamati ad esplorare le relazioni fra arti e cibo. Pensieri, parole ma anche degustazioni per tutto il centro storico di Polignano, che si trasformerà in un enorme banchetto en plein air dedicato ai migliori bocconi del territorio e a tutto il Vino possibile (purchè sia biologico e biodinamico). 

Durante la tre giorni de Il vino possibile lungo piazze e strade della città vecchia affacciata sul mare, sarà allestito un percorso dedicato al vino chimical-free organizzato da Gerardo Leone, vignaioli in arrivo da tutta l’Europa racconteranno le loro etichette, il lavoro in vigna e quello in cantina. La sezione food sarà invece di stampo integralista: solo Puglia, tutta Puglia, caciocavalli podolici, sottoli patè e sughi artigianali, purissimi oli extravergine da oliva e focacce, pane, taralli, tette della monaca e tutto il paniere di tentazioni di cui la regione abbonda. 

Il 25 luglio l’appuntamento è a Borgo Egnazia per il Pranzo possibile, evento patrocinato dal Ministero delle Politiche agricole e forestali: sette grandi protagonisti dell’alta cucina italiana in arrivo dal Piemonte alla Sicilia passando per le regione mediane cucineranno per il gusto della vita in nome di Emma e Valentina, due bambine gravemente malate alle quali sarà devoluto il ricavato del Pranzo. Chiamati a raccolta dal gastronomo Paolo Marchi, organizzatore in prima linea dell’evento ci saranno la famiglia Cerea-Rota, del ristorante tristellato “Da Vittorio” di Brusaporto, lo chef Davide Scabin del Combal.Zero appena consacrato ai vertici della classica Fifty best che premia i cuochi più talentuosi del mondo, il cuoco contadino Pietro Zito del ristorante Antichi sapori di Montegrosso (Andria), la cuoca stellata Cristina Bowerman del Glass Hostaria di Roma, Corrado Assenza del Caffè Sicilia in arrivo da Noto (Siracusa). Naturalmente ci saranno anche Andrea Ribaldone e Domenico Schingaro del ristorante Due camini di Borgo Egnazia.

ANTIPASTI
Cialledda, ventresca di tonno rosso Balfegò con Quintessenza PriMa di origano di Domenico Schingaro
Trebbiano d'Abruzzo DOC Bio 2015 - Luigi Valori

Ricciola candita, insalata di ceci, limoni e olive di Paolo Rota 
Riesling Wiltinger Alte Reben St. Urbans-Hof 2014 – Nik Weis

Finto hamburger di agnello Varvara, alici, salsa all'olio di oliva monocultivar coratina Muraglia e agrumi di Cristina Bowerman
Ribolla 2014 Collio Sloveno – Movia

PRIMI PIATTI
Saltimbocca alla Martina Franca style, by Combal.Zero di Davide Scabin
Falanghina Puglia IGT Cosìcomè 2014 - Valentina Passalacqua

Sedanino di grano arso con crema di peperoni gialli, salsiccia a punta di coltello di Altamura croccante e ricotta leggermente acidula di Pietro Zito
Aglianico del Vulture Rosato Basilicata IGT  Il Rogito 2014  - Cantina del Notaio

SECONDO PIATTO
Baccalà Giraldo, patate di nardò e olive Leccine di Andrea Ribaldone
Romangia Rosso IGT Tenores 2012  - Tenute Dettori

DESSERT
Da Sud a Oriente di Corrado Assenza
Moscatello Selvatico Spumante Dolce Millesimato 2015 - L 'Archetipo

Piccola pasticceria
di Tiziano Mita

Per info chiamare al 3922156074 o al 3469454567

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy