Ristoranti

Il ristorante Brò nella Porta Portese di Roma

Ristoranti a Roma. Il sous chef di Heinz Beck Emiliano Pascucci, Fabio Rossi ed Emanuele Maggio hanno aperto il ristorante “bistronomico” Brò a Porta Portese.
E tutto nacque da un’amicizia. Emiliano Pascucci, sous chef alla Pergola di Heinz Beck, e Fabio Rossi sono amici fin da bambini, e per questo che si chiamano “brò” tra di loro. Come fratelli, buongustai. Sulla scia di questa simpatica amicizia decennale, nel 2012 hanno aperto insieme proprio il Ristorante Brò a Porta Portese, Roma (www.broportaportese.it). Un anno dopo si è aggiunto anche lo chef Emanuele Maggio, dal passato stellato al Convivio Troiani, al Pagliaccio di Anthony Genovese e alla Madia di Pino Cuttaia. Se Emiliano Pascucci è lì solo la mattina come supervisore e chef di lusso per i pranzi veloci, Emanuele Maggio è il vero executive chef di questa buona e illuminante trattoria gourmet. In sala ci sono il socio Fabio Rossi (che ha lavorato nel gustoso da Agata e Romeo, sempre nella capitale) e Noemi Migliarelli, giovane ma bravissima a gestire i menu quotidiani, quelli alla carta più raffinati e sofisticati, e i vini consigliati da Marco Reitano, sommelier della Pergola di Heinz Beck.     A pranzo la storia è semplice, immediata, fresca e rinnovata ogni giorno nel menu. La sera arrivano anche gli amuse bouche iniziali e la petit patisserie finale col caffè. Insomma, due facce della stessa medaglia, un concetto bistronomico alla francese che sempre di più si sta trasformando in trattoria gourmet in Italia. Fagotelli “brò” con cacio e pepe serviti con guanciale e carciofi fritti, maialino da latte e cocotte di asparagi e provola, gnocchi di seppia, spaghetti ajo e ojo con scampi, polpette di coda alla vaccinara… Stile e informalità, racchiusi come una matrioska gustosa nel quartiere di Roma forse più povero di idee gastronomiche: Porta Portese.     La presenza di Emiliano Pascucci con tutto il suo bagaglio 3 stelle Michelin della Pergola è una sicurezza tutta da assaggiare. Insomma, se ci si presenta a pranzo, sicuramente ci sarà il sous chef di Heinz Beck a cucinarvi un piatto. Questi sì che sono vizi per pochi, ma a disposizione delle tasche e del tempo di tutti. Evviva Roma e le sue nuove leve al lavoro!
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy