Prodotti di qualità

Il Biscotto di Ceglie Messapica Presidio Slow Food in Tour

Un biscotto piccolo ma con un grande valore: il piscquett'l di Ceglie Messapica è ormai presidio Slow Food e nei prossimi mesi lo si incontrerà ad alcuni eventi enogastronomici italiani.

Il famoso Biscotto di Ceglie Messapica è prodotto in tutte le case della città da secoli. Alcuni produttori locali però, forni pasticcerie e ristoranti, circa 10 anni fa hanno intrapreso un cammino di qualificazione di questo prodotto e riuniti in un consorzio di tutela hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento del Presidio Slow Food. Ora questi produttori saranno in “tour” in una serie di eventi per far conoscere e apprezzare questa specialità.

 

Si parte da Ostuni il 5,6,7 settembre durante il festival Attraversamenti prestigioso festival cultural artistico dedicato all’incontro fra l’Italia e i Balcani, per tutte le sere i produttori associati al consorzio faranno degustare il famoso Biscotto di Ceglie Presidio Slow Food.

 

Si proseguirà durante la fiera del Levante a Bari per tutte le giornate dal 13 al 22 settembre in un padiglione dedicato, per arrivare fino a Ottobre al famoso Salone del Gusto di Torino dove saranno presenti tutti i produttori del Biscotto di Ceglie Presidio Slow Food per far conoscere a tutto il mondo il famoso biscotto.

 

Un po’ di storia e ricetta…

Sepp d'amic, Spappacarnale, Sciacallo, Zia Pasqua, Gianfreda, Mingunna sono alcune delle varietà di mandorle ancora presenti sul territorio di Ceglie Messapica: pare ne esistano ancora 40, ridotte però a pochi esemplari. La mandorla californiana anche qui come in Sicilia e in Medio Oriente, ha fatto piazza pulita: coltivata con metodi industriali, potentemente irrorata di antiparassitari e antimuffe, morbida e facile da lavorare, arriva sui mercati mondiali a prezzi insostenibili per le varietà autoctone. Eppure il Brindisino era terra vocata, vocatissima: basta rileggere le note scritte da Vincenzo Corrado nel 1792 sulle produzioni del Regno di Napoli, per scoprire come già due secoli or sono queste terre fossero segnalate per l'eccellenza dei mandorleti. Non a caso a Ceglie Messapica, piccola capitale gastronomica dell'area, da centinaia d'anni si produce un biscotto a base di pasta di mandorle, il piscquett'l, che per i cegliesi rappresenta una sorta di simbolo cittadino.

Si tratta di un dolcetto di forma irregolarmente cubica, preparato a partire da madorle in parte scottate in acqua in parte tostate e quindi finemente macinate, ma non tanto da perdere la grana del frutto. Impastate con zucchero, miele, scorzetta di limone, bagnate con rosolio di agrumi e quindi rassodate con uova (circa 4 uova per un chilo di pasta di mandorle). Quando l'impasto è sodo e resistente si ritagliano striscioline di 12-14 centimetri per 35-40 di lunghezza, che vengono condite su di un lato con confettura di ciliege o di uva e quindi chiuse ripiegando l'altro lato su se stesso.

Si procede poi tagliando tanti quadratini: ecco i piscquett'l, che andranno poi cotti in forno per una ventina di minuti ed eventualmente glassati (la cosiddetta gileppatura) con una soluzione di zucchero, a volte addizionato di cacao. I dolcetti nelle loro infinite varianti, sono una componente fondamentale del bagaglio gastronomico delle donne del paese: nelle case di Ceglie non mancano mai, soprattutto nelle ricorrenze festive, ed erano immancabilmente presenti nelle bomboniere di nozze.

 

I produttori del consorzio del Biscotto di Ceglie Presidio Slow Food (ovviamente tutti di Ceglie Messapica a Brindisi)

Pasticceria Della Nonna        Via Beccaria N 11/13

Forno San Lorenzo                 Via Daunia 24/26

Panificio La Fornara               Via Archimede N 17

Forno Allegrini                                   Via Pisanelli N 14

Masseria Fragnite                  Via Ceglie Ostuni  N 102

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy