Appuntamenti

I premi 2013 di Cascina Scottina

La Festa d’Estate che ogni anno i fratelli Claudio e Marco Cesena organizzano al Relais Cascina Scottina, dove trova spazio il loro ristorante Antica Osteria della Pesa, è giunta al settimo anno, con un crescendo di attesa per uno degli appuntamenti più in sintonia con la stagione più bella dell’anno e con la qualità delle proposte gastronomiche.
Quest’anno, nella sera di venerdì 21 giugno, i fratelli Cesena hanno deciso di assegnare il Riconoscimento Cascina Scottina a due personaggi molto noti nel campo della ristorazione a livello internazionale: Fiorella Baserga, direttore di ItaliaSquisita, e Enrico Derflingher, presidente di Euro-Toques Italia. E non mancherà l’azione solidale. Infatti Fiorella Baserga, oltre a dirigere una delle più autorevoli riviste di settore, è vicepresidente della Fondazione Gaetano Bertini Malgarini Onlus di Milano, presieduta da sua sorella Maria Gisella. La Fondazione attiva dal 2007, realizza progetti innovativi a favore di giovani con una storia di disagio psichico o con problemi di emarginazione sociale, fornendo a volte idee, a volte energie umane, a volte fondi o spazi, a volte relazioni con il mondo delle istituzioni e delle aziende. La Fondazione ha sede in un ex oratorio avuto in gestione dalla Curia e sapientemente recuperato: un luogo dove è stata realizzata anche una cucina professionale e un ristorante; il 'Ristorante Buono', “perché lo è di nome e di fatto”, spiega Fiorella. Uno spazio nel quale vengono tenuti corsi professionalizzanti per ragazzi con disagio psichico e mentale e che vedono tra gli “insegnanti” anche affermati chef stellati che condividono la mission della Fondazione. 'Ristorante Buono’ non è aperto al pubblico ma può essere riservato da aziende o gruppi che, attraverso una donazione alla Fondazione, possono così sostenere i corsi di formazione. “Abbiamo deciso di mettere il know how e il network della nostra rivista, che si occupa di alta cucina e chef d'autore, al servizio del sociale - racconta Fiorella. “un progetto che ci dà grandi soddisfazioni e motivazioni per affrontare con una motivazione forte le sfide di ogni giorno”. Mentre Enrico Derflingher è uno chef di fama internazionale: diplomato nel 1977 all’Istituto Alberghiero di Bellagio. Per dieci anni, fino al 1987, una precisa scelta professionale: d’estate nei grandi alberghi del mondo, in inverno nei ristoranti stellati europei: Eckart Witzigmann, Fredy Girardet, Roger Souvereyns, Joel Robuchon tra gli altri. Dal 1987 al 1990, personal chef della Casa Reale d’Inghilterra, primo cuoco italiano a rivestire quel ruolo. Dal 1991, per tre anni, chef alla Casa Bianca con George Bush senior. Per quattro volte, nel 2000 e dal 2002 al 2004 nominato tra i primi dieci chef del mondo nella prestigiosa classifica americana Five Star Diamond Award as one of the World's Best Chefs. Dal 2007 ad oggi Chef Patron e Executive Chef all’Armani Ristorante Ginza Tower di Tokyo. Da giugno 2012 presiede Euro Toques Italia, l’associazione fondata vent’anni fa da Gualtiero Marchesi (oggi presidente onorario), sezione della più ampia rete di Euro Toques voluta da Paul Bocuse e dal cuoco belga Pierre Romeyer nel 1986. Insomma un appuntamento dove non si può mancare!   I primi a riceverlo sono stati, nel 2008, Gaetano Rizzuto, direttore di Libertà, e Alberto Schieppati, direttore di Food & Beverage, tra i primi a parlare di loro contribuendo in maniera significativa al grande successo della struttura. L’anno successivo il riconoscimento è andato a Luigi Cremona, giornalista e gastronomo, conosciutissimo nel mondo della ristorazione, e a Emanuele Galba, caporedattore di Cronaca di Piacenza, per le belle cose che hanno scritto. Poi è stata la volta del giornalista Andrea Grignaffini, direttore creativo di Spirito di Vino, e del grande cuoco Gennaro Esposito, della Torre del Saracino a Vico Equense. Due anni fa, ospiti dei fratelli Cesena furono il giornalista Rocco Lettieri, free lance e allievo dell’indimenticabile Gino Veronelli, e dello chef ticinese Martin Dalsass. Lo scorso anno, pur in concomitanza con il terribile disastro sismico che coinvolse le province emiliane, si decise di svolgere ugualmente la Festa d’estate con l’obiettivo di trasformarla in una grande manifestazione di solidarietà e il successo fu tangibile perché vennero raccolti oltre 12.000 euro per le aree terremotate. I soldi furono consegnati ad Alice Sabatini, di Radio Pico che, a Mirandola, divenne subito punto di riferimento per i soccorsi e per le azioni di solidarietà. I soldi furono destinati alla raccolta fondi 'Radio Pico pro asili terremotati'.
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy