Prodotti di qualità

I dolci della tradizione della Terra dei cuochi

Dieci grandi interpreti della tradizione napoletana - pasticcieri, pizzaioli e chef - insieme per una serata di interpretazioni di dolci tradizionali delle feste natalizie.

Dolci della tradizione napoletana, reinterpretazioni dei grandi chef: sono stati protagonisti lunedì 18 novembre al Romeo Hotel di Napoli. Dieci grandi interpreti, tra chef, pasticcieri e pizzaioli hanno interpretato i dolci delle feste: "Abbiamo delle radici culturali così forti e un repertorio di dolci tanto vasto, che attraversa secoli e secoli di storia, che può bastarci reinterpretare dei classici. Certo, per farlo, bisogna conoscere molto bene come sono fatti i nostri roccocò, susamielli, biancomangiare e via così" non ha dubbi Gennaro Esposito, uno dei più grandi chef italiani, che con Antimo Caputo, AD dell’azienda Molino Caputo, ha voluto e organizzato l'incontro di lunedì, intitolato “I dolci tradizionali delle feste dei grandi interpreti”: summit dei grandi che si sono riuniti per fare il punto tra tradizione ed evoluzione. Per Antimo Caputo: "La nostra è la Terra dei Cuochi. Eccellenti interpreti in vari settori, della produzione e della trasformazione, sempre alla ricerca della qualità. Ed è proprio dalla qualità della tradizione che partiamo per dare corpo all'innovazione. Non solo grazie ai grandi chef e agli straordinari maestri pasticcieri ma anche, in maniera inedita, ad alcuni dei migliori rappresentanti della pizzeria che si sono cimentati, con successo, nella pasticceria”.

“Anche noi, come mugnai, facciamo ricerca - ha aggiunto Caputo - la Farina Oro, a lunga lievitazione, che presentiamo stasera, risponde ad esigenze sempre più complesse, grazie a una accurata selezione di grani e a tecniche di macinazione molto particolari. La grande capacità di innovazione dei nostri maestri fa di questa terra la Terra dei Cuochi. Crediamo che il connubio tra creatività, territorio e alta pasticceria, attraverso i grandi interpreti, sia la scintilla che deve far brillare l’arte della pasticceria, realizzata con artigianalità e competenza”.

Tra gli interpreti dei dolci delle feste: Sal De Riso, Giuseppe Manilia, Salvatore Gabbiano, della prestigiosa Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani; Stella Ricci, della Pasticceria Stella. E poi, Gino Sorbillo, Enzo Piccirillo, Francesco e Salvatore Salvo, alcuni dei nomi più illustri della scuola dei piazzaiuoli napoletani. Sabatino Sirica, presidente dell'Associazione Pasticceri Napoletani. E gli chef: Gennaro Esposito e Salvatore Bianco.

 

Foto di Stefano Renna

Lasciamo qui di seguito la video-ricetta del dolce tipico napoletano: il babà del pasticciere Sabatino Sirica.


http://www.youtube.com/watch?v=_sHq6csmFhI