Chef

Gianfranco Bruno, chef "artista" dei prodotti lucani

Gianfranco Bruno, medaglia d’oro alla gara cuoco dell’anno 2011 e medaglia d’oro assoluto agli internazionali d’Italia 2011 nella categoria a squadre presso Marina di Carrara, è oggi chef di professione e oggi Executive Chef a Le Masserie del Falco, relais di charme sito a Forenza, in provincia di Potenza.


Dopo varie esperienze importanti come all’Hotel Marinagri *****L e in città come Roma, Stresa, Abano terme, Matera, oggi vede ne Le Masserie del Falco il suo luogo ideale dove esprimere al meglio la sua cucina, fatta di due ingredienti: passione e professionalità.

Gianfranco è un giovane Chef che ama molto valorizzare il suo territorio, quello lucano: infatti spesso racchiude i profumi e i colori della sua terra anche all’estero, come l’ultima esperienza a Dubai.




Allo stesso tempo Gianfranco Bruno ama creare come un bravo cesellatore dei piatti eleganti che, non perdendo mai di genuinità e semplicità, risultino anche delle vere e proprie opere d’arte, per la loro eleganza e precisione: una passione per l’intaglio e per la lavorazione di sculture in margarina rendono i suoi piatti veri e propri quadri.

Vivendo in campagna, nella periferia di Policoro, sin da piccolo Gianfranco con la mamma e la nonna è stato avvolto dai profumi, i colori e gli odori dell’orto e della campagna e ha capito fin da subito che quella passione sarebbe divenuta, in seguito grazie a bravi maestri, un lavoro.

Dei suoi piatti colpiscono molto la geometria delle sue creazioni, i colori che le invadono, la filosofia e la creatività che permea ogni pasta, in ogni secondo e dessert.
La sua terra gli permette di lavorare con materie prime eccellenti e uniche, dal Peperone di Senise IGP, il Canestrato di Moliterno, e molte altre: lui poi le reinventa, rivede e rielabora, sia per la vista che per il palato. Ammira e condivide la cucina di Gennaro Esposito, Alfonso Iaccarino per l’atto di preservare la materia prima, ma anche lo stile Pop di Davide Oldani, e l’eleganza di Oliver Glowig con cui ha lavorato nel marzo 2012.

Il suo sogno nel cassetto è di poter aprire un giorno un ristorante tutto suo, dove educare e accompagnare l’ospite in un viaggio gastronomico che racchiudi in sé non solo il cibo, ma anche la musica, la poesia ,e l’arte perchè “tutto è sapere e tutto è cultura, anche la cucina, perché depositaria della nostra memoria e del nostro passato”.

 

Nel cuore della Basilicata, fra le città storiche di Acerenza e Venosa, lo splendido borgo de Le Masserie del Falco è stato realizzato per essere un luogo di eccellenza, caratterizzato dal calore mediterraneo dell’accoglienza.

Le Masserie del Falco si distinguono grazie al recupero di un’antica masseria posta tra il borgo di Forenza e la Città-Cattedrale di Acerenza, un’opera di restauro delle costruzioni originarie, che oggi si presentano splendidamente trasformate in magnifiche sale riservate ai meeting aziendali, ai matrimoni e ad ogni tipo di evento e in un famoso Ristorante Gourmet.

La cucina è arte estetica per eccellenza, coinvolge tutti i sensi, comporta conoscenze scientifiche e gusto artistico. Nel borgo de Le Masserie del Falco la cucina è un viaggio esperienziale tra i prodotti locali, che scandiscono il ritmo delle stagioni, e una rivisitazione dei piatti tipici della tradizione lucana raccontati in chiave moderna e rivoluzionaria.

Il Ristorante si sviluppa all’interno di un’antica masseria di famiglia, dove in passato il pastore e il gregge dividevano un unico spazio.

Lo spazio si caratterizza per la presenza di pietra e tufo scavati nella roccia originaria, che ancora oggi è possibile ammirare poiché si trova all’interno de Lo Scrigno dei Sapori delle masserie.



All’interno del borgo i luoghi d’incontro sono il Ristorante Gourmet de Lo Scrigno dei Sapori, il Bistrot d’Autore, la Brasserie e il Ristorante à la carte.



© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy