Appuntamenti

FIC e Pentole Agnelli fanno il bilancio dell’iniziativa solidale #BergamoxAmatrice

Numeri da capogiro quelli della manifestazione benefica #amatricianasolidale di #BergamoxAmatrice, l’iniziativa a sostegno delle popolazioni vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia lo scorso agosto: 1.500 kg di pasta, 2mila kg di pomodoro, 400 kg di cipolle, 500 kg di guanciale e pancetta, 100 kg di pecorino, 500 volontari, 172.069,54 euro i fondi raccolti.
Dai tavoli alle panche, dalle cucine al cibo, dalle bevande alle casse, dall’assicurazione ai servizi igienici, fino alle pentole. Tutto frutto di donazioni e di prestiti gratuiti che aziende, enti e organizzazioni della città orobica hanno deciso di devolvere per la riuscita della manifestazione.
 
"I primi fondi - dice il sindaco Gori - serviranno per acquistare un pullmino a 9 posti da affidare al Dipartimento solidarietà ed emergenze (Dse) della Federazione Italiana Cuochi, già protagonista dell’“Amatriciana solidale”, che nelle zone terremotate gestisce tre campi (Torrita e Santa Giusta ad Amatrice, e Muccia) ed è in procinto di aprirne un quarto nel Maceratese, impiegando una media di 12 cuochi professionisti al giorno». Il pullmino, dotato di ruote da neve, servirà per portare generi di prima necessità e viveri alle decine di migliaia di sfollati dopo il sisma"
 
Verranno poi acquistati, su proposta di Caritas, 15 container ad uso abitativo da collocare senza necessità di opere di fondazione o di urbanizzazione: 5 “monolocali” e 10 “bilocali” a cui potranno eventualmente aggiungersi, se necessarie, alcune case su ruote o camper/roulotte. Verranno acquistati anche 5 container da destinare al deposito degli attrezzi e 5 “tunnel”per il ricovero degli animali.
 
"Tempo fa - ha detto Rocco Pozzulo, presidente FIC - qualcuno mi disse che c’è una forza più potente del vapore e dell’energia elettrica, si chiama forza di volontà, proprio quella che ha mosso i numeri che solo la Federazione Italiana Cuochi può affrontare. Una famiglia, la nostra, fatta di campioni con un cuore grande come la loro passione per la cucina, amici come Fabrizio Camer, i cuochi bergamaschi e l’Unione Cuochi Regione Lombardia Fic. Oggi colgo l’occasione ancora una volta per dire grazie all’audacia e alla generosità non solo dei promotori seduti a questo tavolo ma anche di tutti coloro si sono spesi in un evento che ha segnato la nostra storia".
 
Oltre 18mila le persone coinvolte sul Sentierone: l’amatriciana in piazza ha raccolto oltre 11mila prenotazioni, più del doppio rispetto alle 5mila fissate come obiettivo dall’amministrazione comunale in fase di lancio dell’iniziativa.
 
"Il sisma di Amatrice - ha raccontato Fabrizio Camer - è stato l’ennesimo colpo al cuore della nostra bell’Italia - racconta Fabrizio Camer, responsabile del Dipartimento eventi e manifestazioni della Fic e segretario dell’Associazione Cuochi Bergamaschi - negli ultimi anni il nostro Stivale è stato colpito duramente dall’Aquila all’Emilia, dall’alluvione nel Beneventano all’ultimo grave sisma in centro Italia. I danni non si contano e la ripresa è sempre lenta, con burocrazia e commissariamenti che certo non aiutano il processo di ricostruzione. La Federazione ha da poco fondato il proprio Dipartimento Solidarietà ed Emergenze (DSE) e già dalla mattina le cucine mobili e la squadra FIC si è mobilitata verso Amatrice. Un veloce scambio di idee con la famiglia Agnelli, e la macchina organizzativa è partita".
 
"Angelo Agnelli mi chiama e mi chiede: “Come Associazione Cuochi Bergamaschi che facciamo?”, continua Camer. "Valutiamo la partenza con generi di prima necessità, ma la difficoltà nel raggiungere le zone colpite ci fa ripiegare su un’altra idea. Il piatto principe della zona colpita ci ha fatto pensare a come avremmo potuto fare per dare subito un aiuto alle popolazioni colpite. Facciamo una raccolta fondi! “Angelo chiama il sindaco Gori, io cerco le cucine, dopo un’ora pesiamo le forze”. Quello che era partito come un pensiero si è trasformato in un evento che ha avuto la stessa forza che la natura ha messo nel distruggere".
 
"Lo scopo è stato da subito ottenere tutto il materiale - conclude Fabrizio Camer - le attrezzature e i volontari a costo zero, in modo da ottenere il 100% delle entrate utili da girare direttamente ai progetti d’aiuto per Amatrice e dintorni. In questo devo dire che il cuore dei bergamaschi si è rivelato subito grande. Le aziende coinvolte hanno da subito dato piena disponibilità a costo zero. Partendo con queste premesse si trattava poi di organizzare logisticamente l’evento. Il tam-tam si è trasformato in boato, e ad ogni telefonata ha coinciso una risposta positiva. Aziende che hanno regalato prodotti, enti che si sono messi a disposizione, volontari che si sono aggregati, ed un’infinità di persone che si sono messe in coda per ore per donare una speranza. Ho ancora impressi i volti dei bimbi coinvolti in questa enorme tragedia. Il cuore della nostra città ha reso possibile questo evento, creato senza costi, dall’impeto dell’amore, dalla voglia di non arrendersi".
 
Per l'occasione la Federazione italiana cuochi ha consegnato degli attestati di benemerenza a chi ha supportato con spirito solidale l'opera di soccorso e riassetto nel terremoto che ha distrutto interi paesi del centro Italia.

Gallery

  • pentole agnelli - 3
  • pentole agnelli - 2
  • pentole agnelli - 1
  • pentole agnelli - 4
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy