Chic Respect: un progetto etico di gusto

Grazie al Menu “Rispetto” ogni ristorante potrà aderire a un progetto di sensibilizzazione basato sull’acquisto e riutilizzo responsabile delle materie prime, rispetto delle tradizioni locali, salute e sostenibilità alla nutrizione umana.
Chic Respect è un progetto dedicato ai ristoranti di qualità, che vuole sensibilizzare il settore del consumo alimentare attuando dei semplici accorgimenti nelle scelte e azioni quotidiane, per un maggior rispetto dell’ambiente. Nello specifico l’attenzione è posta a:
 
- Ridurre l’impatto ambientale dei consumi alimentari;
- Ridurre gli sprechi, gli scarti di lavorazione e il consumo di energia naturale;
- Promuovere l’azione dei produttori virtuosi e rendere il consumo economicamente più accessibile;
- Preservare la biodiversità;
- Promuovere una dieta variegata, bilanciata e legata alle stagioni, proponendo un modello dietetico sostenibile che si avvicini per esempio alla dieta demitariana o al principio 80%, vegetali
- 20%, proteine animali;
- Porre l’attenzione alla salute psico-fisica delle persone;
- Salvaguardare le tradizioni alimentari e culturali, legate anche ai gusti e alle preferenze locali.

L’impegno degli chef che aderiscono a Chic Respect è di aggiungere nei propri ristoranti un Menu “Rispetto” sulla base dei principi fondamentali di sostenibilità sopra elencati. Il lavoro degli Chef è supportato da un comitato scientifico composto da esperti qualificati che, con esperienze di estrazione diversa e conoscenze tecniche professionali di indiscusso valore, ha il compito di validare i menu proposti dagli chef.

I ristoranti aderenti dovranno comunicare direttamente al cliente il proprio impegno attraverso una presentazione del protocollo che ne enunci gli intenti: una lettera o una breve introduzione del menu stesso, per sensibilizzare e comunicare questa scelta. Tale testo informerà sull’utilizzo di alcune materie prime, come sulla rinuncia a determinati ingredienti; sulla ricerca di nuove proposte e o l’utilizzo di cotture alternative con relativa argomentazione, ai consumi energetici e alla possibile mancanza di scarti e sprechi.

Il Menu “Rispetto” consiste in quattro o più portate in cui la scelta delle materie prime è ponderata sulle ripercussioni che i cicli di produzione hanno sull’ambiente, sulle specie animali e vegetali, e sull’uomo. Con l’adesione al progetto, il ristoratore s’impegna, quindi, ad aggiungere tra le proposte del ristorante, un menu rispettoso dei principi elencati e all’adempienza delle “Buone pratiche” indicate; con la possibilità di personalizzare e accrescere il valore del percorso intrapreso aggiungendo contenuti peculiari suggeriti da sensibilità e propensioni personali. Un menu che non ha caratteristiche diverse da quelli già presenti in carta, che non deve creare disparità o asimmetrie nella proposta gastronomica del ristorante, ma solo una particolare attenzione alla sua spiegazione e presentazione motivata al cliente.

D’altra parte i modelli di consumo attuali confermano un aumento costante dell’attenzione di una certa fascia di consumatori verso i temi della sostenibilità ambientale; consumatori che sono sensibili al benessere personale, quanto a quello animale e al depauperamento delle risorse vegetali e che sono consapevoli che una parte della popolazione mondiale vive ancora la piaga della scarsità di cibo: la scelta quindi di aderire a Chic Respet, oltre ad essere coerente con la sensibilità personale del professionista, Chef – Pizzaiolo – Ristoratore, deve essere il segno di una visione contemporanea della cucina, che è orientata al futuro.

Il progetto sarà coordinato operativamente da KATIA PIAZZI Resp. Sviluppo Progetti di CHIC; laureata in scienze Naturali con esperienza pluriennale in progetti di sostenibilità ambientale nel settore ristorativo ed alberghiero.

L’ Adesione al progetto, NON implica dei cambiamenti radicali nella gestione o nella filosofia del ristorante, né richiede degli investimenti economici.

Gallery