Appuntamenti

"Chic Respect" a Cibo Nostrum

Dall’11 al 13 giugno, si rinnova l’appuntamento con Cibo Nostrum la manifestazione che da sei anni riunisce professionisti del settore agroalimentare per fare festa, formazione e solidarietà. La tradizione culinaria italiana, che unisce l’Etna al mare attraverso i paesi simbolo di Zafferana e Taormina, dà forma a giornate intense di eventi tra cooking show, incontri tematici, workshop e degustazioni.
Il giorno 12 l’appuntamento più suggestivo, con Taormina Cooking Fest che vedrà protagonisti oltre 120 Chef , tra cui una folta delegazione di Chef di CHIC, provenienti da tutta Italia che cucineranno dal vivo lungo il Corso Umberto di Taormina.

Con l’occasione, l’associazione CHIC- Charming Italian Chef, dopo il Congresso di fine marzo, tornerà a parlare di CHIC RESPECT, il progetto nato per sensibilizzare la filiera della ristorazione a un confronto serio sull’attenzione e il rispetto per l’ambiente, per un utilizzo equilibrato e consapevole delle sue risorse e per ridurre gli sprechi alimentari. A Cibo Nostrum CHIC passerà dalle parole ai fatti: per la prima volta infatti gli #chicchef “metteranno in pratica” quanto stabilito dal protocollo di CHIC Respect proponendo un piatto caratterizzato dal rispetto dei principi della sostenibilità.
Il tema sarà affrontato anche nel convegno sul “
Pesce Azzurro: pesca sostenibile, cucina consapevole”, con gli interventi delle Istituzioni, dei produttori del settore ittico, dei giornalisti del settore agroalimentare e di prestigiose firme della cucina italiana, e nei laboratori tematici dedicati al pesce azzurro che si svolgeranno in esclusive location di Taormina, con il coinvolgimento degli chef presenti, delle cantine del territorio e di qualificati giornalisti di settore.
“Il percorso di filiera studiato dall’Associazione” – testimonia il presidente Paolo Barrale – “mira a trovare una nuova strada verso il consumo sostenibile. L’intento è di comunicare non solo un territorio di alto valore qualitativo, sociale e civile, ma soprattutto etico. E il risultato di questo percorso può costituire un lungimirante investimento per il futuro, quello per la vita e la prosperità del pianeta; noi tutti professionisti della ristorazione siamo chiamati a dare un segnale deciso e un concreto esempio verso i consumatori”.

“In concreto”
- aggiunge il direttore Raffaele Geminiani – Chic Respect consiste nell’impegno (volontario) degli chef associati di aggiungere tra le proposte del ristorante, un menu sulla base dei principi fondamentali di sostenibilità, quali l’acquisto etico delle materie prime, la riduzione dei consumi poco attenti al benessere delle specie animali e vegetali l’uso di risorse energetiche alternative, l’attenzione al riciclo e al riutilizzo degli scarti, la lotta agli sprechi, la salvaguardia delle tradizioni alimentari, la salute dei consumatori”.

L’associazione CHIC può poi contare sul supporto e contributo di Comitato Scientifico formato da professionisti del settore e da specialisti con qualificate e diverse competenze sull’argomento. A presentare il loro piatto sostenibile al Taormina Cooking Fest saranno:

Andrea Alfieri
del ristorante Il Convivio – Madonna di Campiglio (TN), Paolo Barrale del ristorante Marennà – Sorbo Serpico (AV), Alessandro Bellingeri dell’Osteria de l’Acquarol – Panchià (TN), Federico Beretta del ristorante Feel Como - Como, Giuseppe Bonsignore de L’Oste e il Sacrestano – Licata (AG), Luca Collami, del ristorante l’Armatore - Finale Ligure (SV), Pietro D'Agostino del ristorante La Capinera – Taormina (ME), Dario Di Liberto del ristorante Tocco - Ragusa, Vincenzo Guarino del ristorante Il Pievano – Gaiole in Chianti (SI), Luca Mauri del ristorante Tartufi & friends - Milano, Michele Mauri del ristorante La Piazzetta – Milano Marittima (RA), Roberto Pirelli del ristorante ViDi – Portopalo di Capo Passero (SR), Giuseppe Raciti del ZASH Country Boutique Hotel – Riposto (CT), Elia Russo del ristorante Le Dodici Fontane – Linguaglossa (CT), Marco Sacco del ristorante Piccolo Lago - Verbania, Giuseppe Stanzione del ristorante Le Trabe – Capaccio Paestum (SA), Cristian Torsiello dell’ Osteria Arbustico – Valva (SA), Emanuele Vallini del ristorante La Carabaccia – Bibbona (LI), Salvatore Vicari del ristorante Vicari – Noto (SR).

Anche quest’anno il ricavato del Taormina Cooking Fest, infatti, verrà devoluto alla Fondazione LIMPE, fondazione con la quale CHIC ha da poco sviluppato un progetto solidale attraverso un circuito di cene a 4 mani “CHIC FOR CHARITY” al fine di dare un contributo per favorire una migliore qualità di vita ai malati di Parkinson.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy