Prodotti di qualità

Cantina Tramin: parlano i profumi

Cantina Tramin è conosciuta in tutto il mondo per la sua produzione di vini dalle note olfattive che sono la firma inconfondibile di un territorio, quello dell’Alto Adige.
Dall’incanto di questi luoghi, prevalentemente sulle colline a ridosso delle montagne, nascono vini noti per la loro impronta aromatica così spiccata e particolare. Profumi come quelli di Stoan, Unterebner e Nussbaumer che, per l’annata 2014 si sono fatti attendere e, solo ora, dopo ben sedici mesi di attesa, si apprestano a svelare le loro potenzialità, la loro eleganza, l’intensità delle loro impareggiabili fragranze.

Per le molte analogie che legano questi vini bianchi di Cantina Tramin con l’universo olfattivo, è stata coinvolta, in una speciale degustazione in anteprima, la nota creatrice di fragranze Paola Bottai che, per ogni vino ne ha delineato, a suo modo, la famiglia olfattiva di appartenenza.  
Così ha descritto il suo sentire Stoan, blend di uve Chardonnay, Sauvignon, e Gewürztraminer, frutto della creatività dell’enologo Willi Stürz, come il vino, tra i tre, che più racconta, con l’ottimo equilibrio tra le componenti, quella che può essere la creazione di una fragranza armonica ma di rara complessità in cui i sentori di fiori di sambuco si fondono con note minerali fiorite e fruttate.
Unterebner, splendido Pinot Grigio, Paola Bottai lo definisce della famiglia olfattiva “ambrata light”. Infatti, lo sente al naso, ambrato, di una sensualità morbida che vive in bilico tra due opposti: il dolce e l’amaro. Due note agli antipodi ma che non possono vivere l’una senza l’altra, in un magico connubio di contrasti in cui le sensazioni si rincorrono, giocose, coinvolgendo naso e palato, in un inaspettato ritorno a una morbidezza di frutta “bucciosa” di banana e caki, di bacca rossa e rosa canina, di distillato di pera William e baccello di vaniglia del Madagascar, di legni esotici e di fiori speziati, di pepe.
La nobiltà del Gewürztraminer, vitigno aromatico per eccellenza, capostipite di grandi vini secchi o dolci, è rappresentata ai massimi livelli in Nussbaumer, vino di rara espressività ed eleganza. La particolare conformazione morfologica del terreno con un sottofondo di porfido, influenza l’andamento finale della maturazione, donando dei frutti dalla mineralità straordinaria. Nel linguaggio aromatico di Paola Bottai, Nussbaumer appartiene alla famiglia olfattiva Fiorita. Così le sue note si sprigionano in una giocosa esplosione di petali di rosa, nobiltà floreale per eccellenza, ma anche di fiori bianchi più speziati come lo ylang ylang o il tiarè, per giungere ad una spiccata dolcezza e aromaticità erbacea, che lascia alla composizione floreale, sul finale, una componente fresca e gradevolissima, sia al naso che al palato, con le sue note minerali di ineguagliabile eleganza e di grande carica espressiva.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy