Homepage

Buonitalia: prendi il volo con i sapori originali italiani

Nicola Portinari è tra le eccellenze che Alitalia, attraverso l'Associazione dei Giovani Ristoratori d'Europa (JRE), ha selezionato per promuovere il Made In Italy e la cultura nazionale
Nicola Portinari è tra le eccellenze che Alitalia, attraverso l'Associazione dei Giovani Ristoratori d'Europa (JRE), ha selezionato per promuovere il Made In Italy e la cultura nazionale. Lo chef del ristorante vicentino La Peca a Lonigo porterà ad alta quota, con il suo stile ricercato e l'attenta cura degli ingredienti, le ricette più rappresentative di diverse regioni italiane. Il progetto di Alitalia, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MiPAAF), in collaborazione con Buonitalia e AICIG, prevede un turnover bimestrale di menu regionali nei voli di classe “Magnifica” in 13 diverse tratte intercontinentali. Le scelte gastronomiche sono affidate agli chef di JRE, associazione di cui Nicola Portinari è stato in più occasioni delegato regionale per il Veneto (l'ultima in ordine di tempo dal 2005 al 2009), e di cui è socio dal 1994, con il compito di valorizzare al massimo i prodotti nostrani DOP e IGP. Tra i promotori del progetto legato al nuovo servizio di bordo di Alitalia troviamo infatti AICIG, Associazione Italiana che raggruppa i Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche riconosciute dal MiPAAF, e Buonitalia, società che sempre per conto del Ministero ha l'obiettivo di promuovere nel mondo le eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche italiane. Lo avevamo annunciato qui: ALITALIA CON GUSTO ed ecco che diventa realtà, poter volare in "Magnifica" accompagnati dai piatti di Nicola Portinari. GIOVANI RISTORATORI: AMBASCIATORI DEL GUSTO Tra i servizi dei voli più esclusivi della compagnia di bandiera, quello della ristorazione acquista dunque il ruolo di ambasciatore delle prelibatezze nostrane, declinate con classe e originalità. Nicola Portinari e il fratello Pierluigi, cofondatore del ristorante La Peca, due stelle Michelin, a partire da febbraio avranno il compito di curare il catering per il Veneto, la propria terra natia. Nei mesi successivi toccherà alla Toscana, le Marche, la Liguria e la Lombardia. Per tutto il 2010 si alterneranno allo staff del ristorante romano “Agata e Romeo” che firmerà invece i menu di Abruzzo, Molise, Lazio, Puglia, Sicilia, Campania e Umbria. Nicola Portinari e Agata Parisella Caraccio, rappresentano quindi le due tradizioni del Nord Italia e del Centro-Sud, e si avvalgono della collaborazione dei colleghi dei Giovani Ristoratori (Jeunes Restaurateurs d'Europe – sezione italiana) che operano in altre regioni. La crème dei giovani chef italiani e non solo. Oltre alla scelta dei menu, l'impegno degli chef italiani prevede inoltre un'intensa attività di formazione del personale e la realizzazione di controlli on board sulla qualità delle pietanze servite. “Quella di portare in volo l'alta cucina italiana e di rappresentare al meglio le specialità del nostro paese è una doppia sfida – spiega Nicola Portinari, chef de La Peca – abbiamo colto l'opportunità di promuovere anche in questo contesto temi a noi molto cari come la regionalità dei prodotti e la stagionalità. Le tappe di lavoro con il team che andrà poi a servire il menu in volo, prevedono uno show-cooking di due giorni nel quale spiegheremo e realizzeremo tutti i piatti del menu. Il progetto verrà poi attivato gradualmente: nella fase di start-up effettueremo anche qualche prova a bordo. L'idea di creare menu regionali basati su prodotti DOP e IGP, per un servizio di catering ad alta quota, ci ha entusiasmato da subito, in primis – spiega Nicola Portinari – si introducono concetti importanti come la stagionalità e la regionalità, oltre che la valorizzazione del prodotto italiano all'estero. Queste sono state le uniche regole di Buonitalia e AICIG, il resto poi è spazio per la nostra fantasia.”

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy