Prodotti di qualità

Antonello Salis e “La genuina”: cibo Halal certificato

Antonello Salis, imprenditore sardo, produce salumi Halal, Koscher e…salumi sardi
Antonello Salis prende in mano, negli anni ‘80, l’attività commerciale dei genitori, elevandola dal livello “familiare” a cui era stata avviata negli anni ’50: decide di mantenere viva la tradizione dei salumi sardi ma dà un tocco personale alla produzione de “La genuina” (www.lagenuinaonline.it) , dando alla luce salumi Kosher (dal 1996) e Halal (dal 2006). Questo percorso importante verso l’integrazione a tavola viene accompagnato dalla sicurezza garantita da una serie di certificazioni di enti, quali l’Amana Halal. Unico in Italia nel suo campo, Antonello Salis riceve quest’anno l’Oscar  Green dalla Coldiretti per l’innovazione in agricoltura. Cibo kasher e cibo halal?

Partiamo dal significato della parola Halal: il termine rimanda a tutto ciò che è lecito secondo la religione musulmana, e si contrappone ad Haram, proibito appunto. Un cibo è Halal se rispetta tutte le norme del codice alimentare islamico, che ha come fonti il Corano e la Sunna. Dunque per la produzione di salumi Koscher (idonei alle leggi ebraiche) e Halal è assolutamente bandito l’uso di carne derivata da maiali. Qual è allora l’alternativa adottata da questo artigiano? Carni ovine, caprine e bovine con un’attenzione totale a tutto il processo secondo le norme religiose: dall’allevamento degli animali, alla macellazione fino, appunto, alla produzione dei salumi. È stato creato un ente certificatore presidiato da Imam Salaheddin Abdellaoui, che permette anche l’esportazione degli alimenti, il tutto per garantire alla comunità islamica un prodotto completamente rispettoso dell’indicazione descritta dal Corano. Grazie a una convenzione interministeriale è stato inoltre creato il marchio “Halal Made in Italy”.
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy